La Fondazione Pasquinelli è nata alla fine del 2011 a Milano per onorare la memoria di Francesco Pasquinelli, singolare figura di imprenditore milanese che ha saputo coniugare l’attività lavorativa con la passione per la cultura.

Fondazione Pasquinelli sostiene il Sistema Orchestre e Cori Giovanili e Infantili - Lombardia; la webtv del Piccolo Teatro di Milano; l'Associazione Chiamale Storie ed il suo progettto memoMI - la memoria di Milano;  l'Associazione Sulleregole; l'Università Bocconi nell'assegnazione di borse parziali agli studenti con particolare sensibilità e coinvolgimento personale in campo sociale, artistico e culturale; l'Accademia Teatro alla Scala.

Presentati i risultati della ricerca “Più Musica. Educazione musicale, sviluppo cognitivo ed emotivo: il progetto “San Siro”, risultati e prospettive”.


Ospiti in Fondazione i soci storici e generosi dell’Associaizone ai quali è stata dedicata una serata di ringraziamento per il loro sostegno. Visita alla mostra “Arte in una stanza” guidata dal prof. Antonello Negri e concerto di chitarra classica del Maestro Marco Ramelli.


Nell’ambito dell’iniziativa milanese, ospiti Marcello Jori e Francesco Poli in un appassionato dialogo in cui i due esperti del mondo dell'arte raccontano Picasso e Seurat da inediti punti di vista.


Ospite in Fondazione il Comitato dei soci fondatori della Fondazione Lombarda Affidamenti, che ha l’obiettivo di dare una risposta concreta alla domanda “Chi si occuperà di mio figlio disabile e del patrimonio a lui destinato, quando non sarò più in grado di farlo?”


Ospiti gli amici della Fondazione P. Frassi, con l’iniziativa del Cineforum “Genitori Figli”: un percorso di conoscenza della storia recente che la scuola trascura.


La Fondazione, nell’ottica di salvaguardare e garantire la diffusione del patrimonio artistico e artigianale del Teatro alla Scala presso le nuove generazioni, sostiene il corso biennale di specializzazione per formare la figura professionale dello scenografo realizzatore.


Come tutte le novità, anche le ricerche artistiche che dopo la Seconda guerra mondiale si diffondono in tutto il mondo suscitano inizialmente un forte sconcerto; iniziano a essere oggetto del desiderio, anche in Italia, di un nuovo e più aperto collezionismo. Dell’aspetto storico artistico, dei suoi legami con la musica e la letteratura si parlerà nel ciclo di quattro incontri organizzati a margine dell’esposizione.


Ospite in Fondazione il Comitato di Coordinamento di Poli Città Metropolitana, rete di associazioni di volontariato, cooperative sociali e fondazioni di partecipazione


Alla mostra “Immaginazioni, invenzioni, gesti: gli anni Cinquanta” la sezione didattica avvicina i bambini all’arte del Novecento divertendosi.


Ospiti in Fondazione i rappresentanti della rete TGE, che raduna 19 grandi Fondazioni di altrettanti paesi europei, con l’obiettivo di facilitare la filantropia transfrontaliera in Europa.


MUSICA
xxx
ARTE
IMPEGNO SOCIALE